MENU ×

Nuovo iter per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche.

Dal 6 aprile ben 31 interventi edilizi “minori” saranno esentati dall'obbligo di richiedere l'autorizzazione paesaggistica, anche se ricadenti in aree vincolate. Manutenzione dei cancelli e tende parasole; ma anche opere interne, interventi di consolidamento statico degli edifici, pannelli solari integrati nella copertura, nonché opere nel sottosuolo. Mentre per altre 42 tipologie di lavori scatta un regime semplificato che prevede una risposta entro il termine perentorio di 60 giorni.
Sono le semplificazioni che, dopo anni di attesa, diventano realtà con la pubblicazione del regolamento sulle autorizzazioni paesaggistiche (d.P.R., n.31 del 13 febbraio 2017).
Il regolamento liberalizza 31 interventi di piccola entità, riportati puntualmente nell'allegato A del decreto. Tra questi rientrano installazioni di tende o di insegne commerciali, eliminazione di barriere architettoniche, manutenzione e sostituzione di cancelli, ma anche opere edilizie più rilevanti come la messa in sicurezza statica e sismica dell'edificio, purché l'impatto sul paesaggio sia considerabile come irrilevante.
Tra i principali interventi sottoposti al regime semplificato figurano anche le opere che comportano aumenti di volume fino al 10% degli edifici, purché non alterino le caratteristiche del fabbricato, gli interventi antisismici, di miglioramento energetico o anti barriere-architettoniche che comportano innovazione sulla sagoma dell'edificio e anche la realizzazione di tettoie, porticati, chiostri da giardino permanenti, purché non superino la superficie di 30 mq.
Dott. Giuseppe Acierno